Browsing Category

pane proteico

al forno/ barrette/ low carb/ low ig/ meal prep/ metabolica/ monoporzioni/ pane proteico/ ricotta/ senza glutine/ snack salati/ spezie/ uova/ Veg/ yogurt/ zero carboidrati

Focaccine Low Carb

Come molte altre ricette low carb presenti in questo blog, queste focaccine sono pensate per chi sta affrontando una drastica riduzione dei carboidrati.
Le focaccine low carb possono essere personalizzate, prima della cottura, spargendo sulla loro superficie semi di papavero o  di sesamo, oppure un insaporitore senza sodio aggiunto come quelli che trovate da Bulkpowders 

focaccine low carb

Focaccine Low Carb

 

3 uova intere
1 cucchiaino di bicarbonato
280 g di yogurt greco (possibilmente fatto in casa perché dovrà essere molto compatto)
a piacere semi o aromi da cospargere in superficie

Scaldate il forno a 175°C e preparate una teglia ricoprendola con un foglio antiaderente e riutilizzabile.
Versate tutti gli ingredienti, ad esclusione di quelli scelti per decorare la superficie, nel boccale del frullatore e mixateli fono a quando non saranno gonfi e cremosi.
Versate sulla placca precedentemente preparata, due cucchiai per ogni focaccina, e dategli una forma rotonda aiutandovi con il dorso del cucchiaio.
Non schiacciate troppo l’impasto e ricordate di lasciare almeno tre cm tra le focaccine low carb, che in cottura spanderanno un po’.
Cospargete sulla superficie gli aromi o i semi che avete scelto per personalizzare il gusto delle vostre focaccine low carb e cuocetele, in forno già caldo, per circa 15 minuti, o fino a quando la superficie non sarà perfettamente dorata.
Con l’aiuto della mala di un coltello, staccatele delicatamente dal foglio da forno e lasciate che si raffreddino completamente.
SI conservano in frigorifero per una settimana, mentre in freezer resistono fino a sei mesi.

In base ai vostri macros, potete sostituire lo yogurt greco con quark, ricotta, caprino, philadelphia balance, purché siano ben sgocciolati.

Metodo a prova di fallimento: se non siete particolarmente abili con gli impasti e non volete correre il rischio di fare un pasticcio, usate una teglia da muffin, avendo cura di ungere molto bene l’intenro di ogni incavo prima di versare l’impasto. In questo modo avrete focaccine low carb tutte uguali che non si attaccheranno tra loro durante la cottura.

albumi/ avena/ farina d'avena/ farina integrale/ fiocchi d'avena/ meal prep/ pane proteico/ post workout/ ricetta base/ senza lievito

Piadina proteica

piadina proteica

piadina proteica

 

La ricetta della piadina proteica è semplicissima e personalizzabile, potete aggiungere all’impasto base le spezie che preferite ( io adoro i nuovi aromi Bulkpowders)
Ve la propongo in due versioni, una più semplice, a base di farina d’avena e olio d’oliva, facile da impastare e da stendere, e una versione proteica, con le proteine dell’uovo in polvere, che vi consentono di preparare in anticipo il vostro mix ideale, al quale aggiungere solo acqua al momento dell’utilizzo.

Piadina d’avena semplice

100 g di farina d’avena Bulkpowders
30 g di farina integrale o semintegrale
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva ( 10 g di fats)
acqua tiepida quanto basta.
sale

Mescolate in una ciotola le farine, versate al centro l’olio e il sale, e aggiungete a filo tanta acqua quanto basta ad ottenere un impasto sodo ed elastico ( circa 80 g, ma dipende dalla farina)
Impastate per almeno dieci minuti, fate una palla con l’impasto, copritela con la pellicola e fate riposare 10 minuti in frigorifero.
Trascorso il tempo di riposo, infarinate una spianatoia e con l’aiuto di un mattarello stendete tre dischi sottili di pasta ( o uno grande, se preferite)
Fateli cuocere, due minuti per parte, su una padella antiaderente precedentemente riscaldata e leggermente unta.
Se ne cuocete più di una per volta, abbiate cura di sistemare le piadine appena cotte in una busta di carta ( del tipo che si usa per il pane, o in mezzo a due canovacci, in modo che non si secchino troppo in fretta diventando eccessivamente croccanti.
Potete anche surgelarle, impilandole con del fogli di carta da forno frapposti tra una piadina e l’altra, in modo da poterle staccare facilmente al momento dell’uso.

Piadina proteica

Questa seconda versione, che dice il nome, ha un contenuto di proteine leggermente più alto grazie alla presenza dell’albume e per alcuni potrebbe presentare qualche difficoltà extra, ma vi assicuro che non sarà difficile familiarizzare con l’impasto.

100 g di farina d’avena
20 g di proteine dell’albume in polvere ( anche queste le trovate su Bulkpowders, insieme alla farina e agli aromi)
sale e aromi a piacere

La piadina proteica, come anticipato, potrebbe essere un pochino più difficile da impastare, per via della consistenza apportata dall’albume in polvere, ma non preoccupatevi, c’è una soluzione per tutto.

Mescolate le polveri, il sale e gli aromi e aggiungete l’acqua a filo. Mescolate prima con una spatola, in modo da raccogliere quanta più farina possibile, poi cominciate ad impastare con le mani. Anche la piadina proteica si può cuocere, come la precedente versione, su una padella antiaderente arroventata, e sarà pronta in pochi minuti. Ma se per qualche ragione avete ottenuto un impasto eccessivamente liquido, cuocete la vostra piadina proteica come se fosse un pancake.

Sono certa che non abbiate bisogno di suggerimenti per la farcitura ideale, ma nel caso optiate per una piadina proteica dal gusto neutro ( senza sale e aromi) prendete in considerazione di concedervi uno sgarro gustoso spalmandone una con un velo di Nutella proteica 

al forno/ albumi/ burro d'arachidi/ burro di nocciole/ cheto/ classici rivisitati/ colazione/ low carb/ mandorle/ meal prep/ metabolica/ pane proteico/ plumcake/ proteine del siero del latte/ ricetta base/ ricetta proteica/ senza glutine/ uova/ Veg/ whey/ zero carboidrati

Pane proteico low carb

pane proteico low carbQuesta è probabilmente la mia ricetta preferita per realizzare rapidamente il pane proteico low carb, che può essere impiegato per preparare panini e  french toast. La consistenza finale è molto simile a quella del pane da sandwich commerciale, sebbene questa sia una ricetta sena glutine.
La ricetta per il pane proteico low carb è estremamente flessibile,si può impiegare qualsiasi tipo di burro di semi oleosi, o proteine aromatizzate per ottenere un prodotto semidolcem ideale a colazione.
Inoltre è perfetto per preparare il French toast proteico di cui vi ho già parlato in precedenza

Ingredienti per una pagnotta:
190 g di burro d’arachidi ( io uso quello fatto in casa, ma adoro anche il burro di anacardi di Bulkpowders) .
4 uova intere
1 cucchiaio di miele ( serve ad attivare la lievitazione)
50 g di farina di mandorle
20 g di proteine del siero gusto neutro
1/4 di cucchiaino di lievito
1/2 cucchiaino di sale iodato

Come sempre, iniziamo preriscaldando il forno a 175°C.
In una ciotola ampia montatiamo le 4 uova con il burro di arachidi e il cucchiaio di miele, fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo.
A questo punto possiamo aggiungere gli ingredienti secchi, mescolando dolcemente con una spatola in silicone per non formare grumi.
Versiamo il composto in uno stampo da plumcake, preferibilmente antiaderente, o precedentemente unto con un velo di olio spray .
Inforniamo e lasciamo che cuocia per 40 minuti o finché, facendo la prova dello stecchino, questo non ne uscirà asciutto e pulito.
Trascorso il tempo di cottura, lasciamo che si raffreddi nello stampo, prima di sformare il pane proteico low carb.

Si conserva per qualche giorno in frigorifero, ben chiuso in contenitori a tenuta ermetica, o nel surgelatore fino a sei mesi.

Oltre ai classici panini è possibile adoperare il pane proteico low carb per dei raffinati croque madame in versione fit o per accompagnare delle gustose polpette di pollo o tacchino

albumi/ carboidrati/ comfort food/ grassi buoni/ pane proteico/ Petto di pollo/ piatto unico/ pollo/ pranzo/ Senza categoria/ snack salati/ tacchino/ Tutte le ricette/ uova/ verdure

Croque madame al tacchino

croque madame al tacchino

Ingredienti per 4 persone

8 fette di pane integrale
3 cucchiaini di senape
2 fette sottili di formaggio magro a scelta
200g di fesa di tacchino affettata sottilmente
2 pomodori a fette
1 cipollotto fresco affettato
1 cucchiaio di aceto bianco
4 uova
100g di spinaci baby
pepe nero
erba cipollina per guarnire

Il Croque Madame è un classico spuntino francese, normalmente ricco di grassi saturi, grazie alla presenza di prosciutto e formaggio, oggi vi propongo la mia versione alleggerita..
Disporre 4 fette di pane integrale sul piano di lavoro e spalmare di un sottile strato di senape, aggiungere il formaggio tagliato in fettine sottili, il tacchino e le fette di pomodoro, coprire con il cipollotto finemente tritato. Coprire con le rimanenti fette di pane a formare dei sandwitches
Scaldare una larga padella antiaderente a fuoco medio, abbassate la fiamma, disponete nella padella i sandwitches con cura e tostate il primo lato per 4-5 minuti. Girateli, sempre con molta cura, e fate tostare il secondo lato.

Nel frattempo ponete a bollire dell’acqua in una pentola, abbassate la fiamma, versate il cucchiaio di aceto e mescolate con un mestolo per creare un vortice. Facendo molta attenzione a non rompere i tuorli, aprite due uova e lasciate che cuociano per 3 minuti. Estraetele dall’acqua con l’aiuto di un mestolo forato e posatele in un piatto, mentre con lo stesso metodo cuocerete le rimanenti due uova.

Trasferite i 4 sandwitches in un piatto da portata, cospargeteli di foglie di spinaci baby, nel lavate e asciugate, aggiungete le uova in camicia e terminate aggiungendo il pepe nero e l’erba cipollina.
Servite caldissimi.

al forno/ carboidrati/ cena/ comfort food/ farina integrale/ pane proteico/ pasta integrale/ Tutte le ricette

Pizza integrale con verdure e ricotta

 

 

 

 

 

pizza integrale con verdure e ricotta
La pizza integrale è un’alternativa leggera e ricca di fibra, da consumare occasionalmente senza troppi sensi di colpa.
Seguendo la ricetta passo passo, sarà semplice preparare un impasto perfetto arricchito da verdure fresche e dalle proteine magre della ricotta.
Ingredienti per 4 persone

400 g di farina integrale
1/2 bustina di lievito di birra secco
1 cucchiaino di zucchero
½ cucchiaino di sale
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
225 ml di acqua tiepida
uno spicchio d’aglio
300g di passata di pomodoro
400g di cuori di carciofo
200g di punte di asparagi
250 g di ricotta bio Fiordimaso
un mazzetto di spinaci baby
pepe nero e sale marino

In una ciotola ampia versate la farina, il lievito istantaneo, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e il sale.
Aggiungete l’acqua e amalgamate il tutto.
Rovesciate l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e continuate a impastare con vigore per cinque minuti almeno, in modo da renderlo elastico e soffice.
Oliate una ciotola grande , ponetevi l’impasto, copritelo con pellicola e lasciate che raddoppi di volume, può volerci un tempo variabile da una a tre ore, dipende dalla temperatura dell’ambiente.

Intanto versate l’olio restante in una pentola e aggiungete lo spicchio d’aglio schiacciato, fatelo rosolare per un minuto, avendo cura di non farlo bruciare.
Aggiungete la passata, aggiustate di sale e lasciate cuocere per circa trenta minuti a fuoco basso.

A parte grigliate i cuori di carciofo e gli asparagi per pochi minuti, dovranno rimanere entrambi croccanti. ( sentitevi liberi di personalizzare il mix di verdure secondo i vostri gusti e la stagione)

Dividete l’impasto per la pizza in 4 e lasciatelo riposare per ancora 30 minuti.
Trascorso questo tempo, stendetelo sul piano di lavoro leggermente infarinato in dischi di circa 20 cm di diametro, cospargeteli di salsa di pomodoro e aggiungete le verdure grigliate. In ultimo aggiungete la ricotta Fiordimaso a cucchiaiate.

Cuocete le pizze in forno preriscaldato a 200°C per 12-15 minuti. Servite con gli spinaci baby a dare un tocco di freschezza.
 

cheat day/ farina integrale/ healty bakery/ pane proteico/ pasta proteica/ yogurt

Pizza rapida senza forno

D’estate, nelle serate torride, nessuno ha voglia di accendere il forno, ma a volte ci coglie il desiderio di una pizza croccante, che magari non sfori dai macros entro i quali ci siamo prefissi di rimanere. Ma si può ottenere una pizza croccante e gustosa senza forno e senza lunghi tempi di lievitazione? Con questa pizza rapida bastano tre ingredienti e una padella antiaderente col suo coperchio per un  ottimo risultato.

Pizza rapida senza forno  ingredienti per una persona:
150g di farina integrale
150g di yogurt greco ( sì proprio lui, vi ricordo che è facile prepararlo in casa seguendo questo semplice procedimento )
lievito istantaneo
2 o 3 cucchiai d’acqua, se l’impasto dovesse risultare troppo asciutto
un pizzico di sale iodato

attrezzatura:
padella antiaderente con  coperchio a misura
ciotola di plastica

Mescolate tutto in una ciotola e mescolate rapidamente
Versate l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e continuate a impastare con le mani fino a formare una palla ( alcuni yogurt potrebbero richiedere l’aggiunta di ancora un po’ di farina).
Scaldate la padella su fiamma alta per un minuto. Io uso le padella  con rivestimento in pietra che non hanno bisogno di grassi e sono DAVVERO antiaderenti.
RIprendete l’impasto della pizza rapida senza forno allo yogurt  e con le mani schiacciatelo sul fondo della padella dandogli una forma regolare ( occhio a non scottarvi)
Chiudete con il coperchio a misura, abbassata la fiamma al minimo e fate cuocere la pizza rapida senza forno  per cinque minuti.
Trascorsi i cinque minuti sollevate il coperchio e girate la pizza rapida
Rchiudete col coperchio e cuocete ancora per cinque minuti.

A questo punto potete farcirla come preferite, io ho scelto un sugo fresco apepna preparato con pomodori freschi e 30 g di mozzarella ottenendo i macros che seguono
Macros: 24 pro, 3 fat, 105 cho

La pizza rapida senza forno può essere preparata con ogni tipo di farina, sperimentate con le farciture che preferite e mandatemi le vostre foto 🙂

albumi/ cannella/ colazione/ comfort food/ dolci/ french toast/ pancakes/ pane proteico/ proteine del siero del latte/ whey

french toast proteico

french toast proteico
french toast proteico
I french toast sono la mia passione sin da quando ero piccola, quelli che prepara mia mamma sono imbattibili, ma ora che vivo da sola e che posso gestire in assoluta autonomia la mia alimentazione mi preparo spesso questo french toast proteico molto saziante, che mi sostiene fino al pasto successivo.


French toast proteico

2-3 fette di pane integrale
( io ho usato un pane in cassetta bianco che ho preparato seguendo le indicazioni di Valentine in questo post e la farina 00 biologica di Le Tre Grazie )

3 cucchiai di latte scremato

2 albumi 
cannella

In una ciotola mescolate con una frusta le proteine, gli albumi, il latte e la cannella
Intingete ogni fetta di pane nel composto ottenuto
Scaldate una padella antiaderente e dopo averla cosparsa con un velo di olio spray, cuocete il french toast proteico un paio di minuti per lato
Servite il french toast proteico  ben caldi o accompagnandoli con un velo di miele o affogati nello sciroppo low cal che trovate QUI

al forno/ canapa/ comfort food/ low carb/ pane proteico/ plumcake/ proteine del siero del latte/ senza lievito

Pane proteico ai broccoli

pane proteico ai broccoli

pane proteico ai broccoli

il pane proteico ai broccoli, semplice e veloce da realizzare, è un complemento del pasto ricchissimo di proteine e fibre, con pochi carboidrati e adatto ad ogni tipo di alimentazione. Può essere arricchito con semi tostati e spezie a piacere per esaltarne il gusto e, grazie al suo sapore delicato, si accompagna alla perfezione ad ogni piatto. Provatelo con il salmone affumicato o solamente spalmato con un cucchiaio di yogurt greco, ve ne innamorerete.
Il pane proteico ai broccoli si conserva a temperatura ambiente fino a tre giorni, ma è possibile conservarlo in freezer fino a sei mesi. In alternativa allo stampo da plumcake, è possibile cuocere l’impasto per il pane proteico ai broccoli, in stampini da muffin, in modo da ottenere dei panini proteici, pratici da portare a lavoro o come spuntino fuori casa.

 

 

PANE PROTEICO AI BROCCOLI

 

60 grammi di farina  di ceci
80 g di farina tipo fiberpasta
50 grammi di whey gusto neutro
3 albumi + 2 uova intere
400 grammi di broccoli lessati e ben sgocciolati
mezza bustina di lievito istantaneo
due cucchiai di frutta secca e semi a scelta
sale

Dopo aver lessato brevemente i broccoli, scolateli molto bene e riduceteli in purea passandoli al mixer per pochi secondi.
Accendete intanto il forno, regolando la temperatura a 200°C
In una ciotola mescolate le farine, aggiungete le proteine del siero , il sale, il lievito e la frutta secca a scelta.
A parte sbattete leggermente le uova e unite la purea di broccoli mescolando bene.
Versate il composto di uova e broccoli sugli ingredienti secchi e impastate velocemente fino ad ottenere una massa omogenea.
Versate l’impasto per il pane proteico ai broccoli in uno stampo da plumcake antiaderente e fate cuocere dieci minuti in forno caldo a 200°C, trascorso questo tempo, abbassate la temperatura a 180°C e continuate la cottura per altri 25 minuti.
Lasciate che il pane proteico ai broccoli sia completamente freddo prima di sformarlo.

QUI  trovate le proteine del siero che ho utilizzato per realizzare questa ricetta, iscrivendovi con il codice NPXR83 otterrete subito 5 euro di bonus sul primo articolo
vi aspetto nel gruppo facebook di Le Fitchef per altri suggerimenti

biscotti proteici/ ciambella proteica/ DIY/ healty bakery/ Informazioni Nutrizionali/ lo faccio io/ pane proteico/ proteine del siero del latte/ whey

Cucinare con le proteine in polvere, regole base

Credevate che bastasse sostituire la farina con le proteine in polvere per ottenere creazioni perfette? Immagino che abbiate già avuto modo di ricredervi. Ecco le regole base per cucinare con le proteine senza errori. 

 
Nei nostri primi tentativi di cucinare con le proteine in polvere quasi tutti abbiamo pensato che fosse sufficiente trattare le nostre preziose whey come se fosse farina. Sbagliando.

Dobbiamo sempre tenere a mente le peculiarità di questo ingrediente e trattarlo come si conviene, in particolare se si tratta delle whey, le proteine del siero del latte, con le quali rischiamo di ottenere un prodotto finito eccessivamente secco o gommoso. 
 
Basta seguire poche regole per ottenere muffin proteici perfetti
Seguendo poche semplici regole possiamo preparare irresistibili muffins e appetitosi pancakes proteici.
 

Le regole per cucinare con le whey

Ci sono quattro regole fondamentali per cucinare con le whey e ottenere risultati soddisfacenti. Fatele vostre per realizzare torte sontuose, soffici muffins e appetitosi pancakes proteici.

Regola #1 il peso è importante

Gli impasti che contengono proteine non dovrebbero essere composti da più di un quarto di whey, questo perché le proteine del siero del latte hanno la tendenza a seccarsi molto dopo la cottura. Assicuratevi quindi di bilanciare la ricetta in modo che il peso totale degli ingredienti contenga al massimo 1/4 di proteine del siero del latte
 


Regola #2 non sottovalutate l’umidità

Bisogna sempre usare un adeguato ingrediente umido: la priorità va data alla polpa di frutta, il formaggio cremoso, lo yogurt greco o la polpa di patata dolce. 
 

Regola#3 Scegliere la farina adatta

È necessario aggiungere una parte di farina all’impasto, questa, combinandosi con le whey, conferirà volume al prodotto finale. 
Le mie preferite, lo avrete notato, sono la farina d’avena, la farina di cocco ( che è ben diversa dal cocco grattugiato che si trova comunemente in commercio), la farina di ceci e quella integrale, tutte con un buon apporto di fibre e proteine. 

Regola#4 Legami

Per amalgamare gli impasti scegliete gli albumi pastorizzati, le uova intere e, in alcuni casi, i semi di lino macinati. 
 
 
 
Seguendo queste regole sarete in grado di produrre qualsiasi cosa desideriate sia arricchito dalle proteine in polvere, dalle torte a fragranti pagnotte. 
 
Aggiungete frutta secca, granaglie, bacche, aromi liquidi, spezie, scorze di agrumi, cacao e tutto quello che la fantasia e il gusto vi suggeriscono per personalizzare i vostri impasti.
 
 
[warning] vi aspetto sulla pagina facebook e nel gruppo di le Fitchef per tanti suggerimenti e promozioni [/warning]
albumi/ classici rivisitati/ healty bakery/ low carb/ muffin salati/ pane proteico/ post workout/ proteine del siero del latte/ senza glutine/ snack salati/ spezie/ uova/ whey

Focaccia proteica low-carb

1 uovo intero e due albumi
160 grammi di formaggio magro,
 120 grammi di latte scremato,
 160 grammi di whey gusto neutro,
 50 grammi di prosciutto di tacchino a dadini ( o altro salume magro ) ,
 erba cipollina,
 un pizzico di cremor tartaro
sale e pepe q.b.

preriscaldate il forno a 180*.
Sbattete le uova e con l’aiuto delle fruste a mano amalgamate il formaggio fresco, diluite con il latte scremato  in cui avrete sciolto accuratamente le proteine e insaporite con erba cipollina, sale e pepe nero macinato fresco.  In fine aggiungete il cremor tartaro e i dadini di prosciutto.
Versate il composto in uno stampo antiaderente e infornate per circa 35 minuti. Lasciate che si raffreddi nello stampo e gustatela ben fredda. 



albumi/ classici rivisitati/ collaborazioni/ farina d'avena/ healty bakery/ low carb/ muffin salati/ pane proteico/ proteine del siero del latte/ ricotta/ uova/ whey

La torta al formaggio proteica per la colazione di Pasqua

La torta al formaggio proteica è la versione fit di una delle più diffuse tradizioni di Pasqua di molte regioni italiane. Per chi non vuole rinunciare mai ad una scelta nutrizionalmente vantaggiosa ecco la mia versione; proteica, leggera, ma sempre gustosa e dorata, l’ideale da accompagnare ai classici asparagi selvatici e alle uova sode.

 

Torta al formaggio proteica

 

Per una teglia da 24 cm occorrono:
1 uovo intero e due albumi
160 grammi di yogurt greco o di ricotta magra
150 grammi di whey gusto neutro
50 grammi di farina d’avena 
erba cipollina a piacere
30 grammi di parmigiano grattugiato
lievito in polvere
qualche goccia di succo di limone

Preriscaldate il forno a 180°
Mescolate tra loro con cura prima gli ingredienti secchi, a parte, con una frusta a mano, mescolate lo yogurt greco, il tuorlo e il parmigiano con l’erba cipollina. Montate a neve ferma gli albumi con l’aggiunta di succo di limone, NON aggiungete mai il sale agli albumi da montare.
Unite agli ingredienti secchi prima il composto di uova e formaggio e solo in seguito, con cura per non smontarli, gli albumi.
Infornate per 30 minuti e lasciate raffreddare la torta al formaggio proteica  nel suo stampo prima di sfornare.
Comunque voi la concepiate, Buona Pasqua da Le FitChef .

albumi/ collaborazioni/ crusca d'avena/ healty bakery/ pane proteico/ partnership/ post workout/ pre-workout/ proteine del siero del latte/ ricetta base/ ricotta/ whey

Pane Proteico alla ricotta

Questo gustoso pane proteico alla ricotta è ricco di grassi buoni e magnesio , ed è ottimo per il post workout o per lo spuntino di metà mattina

pane proteico

ingredienti:
50 gr di mandorle tritate
1 cucchiaino di lievito istantaneo
200 grammi di ricotta magra
2 albumi
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
sale

 

Preriscaldate il forno a 170°.
Versiamo in una ciotola la farina d’avena con il lievito istantaneo, il sale e le whey.
A parte, usando le fruste elettriche, montiamo la ricotta insieme agli albumi per circa tre minuti.
Incorporiamo al mix di albumi e ricotta le mandorle tritate, mescolando delicatamente.
Ora possiamo versare il tutto sulla farina d’avena, e incorporare tutto mescolando con una spatola in silicone.
Quando tutto l’impasto sarà sufficientemente omogeneo, disponiamolo in uno stampo da plumcake in alluminio e cuociamolo in forno già caldo per 30-35 minuti , avendo cura di inserire nel forno anche una piccola teglia riempita a metà d’acqua per sì che, durante la cottura il pane si gonfi e assuma una consistenza soffice.
Non abbiate fretta e attendete che il pane proteico alla ricotta sia perfettamente freddo prima di estrarlo dal suo stampo. SI conserva qualche giorno in un contenitore a tenuta ermetica, ma se preferite, potete congelare le fette fino a sei mesi.

A piacere potete arricchire l’impasto con spezie in grani o altra frutta secca.
Al poto della ricotta, se preferite, è possibile utilizzare yogurt greco (magari fatto in casa), fiocchi di latte precedentemente frullati perché abbiano una consistenza omogenea, formaggi spalmabili magri tipo philadephia balance o, se non badate ai grassi, il quark.

Qui trovate la ricetta per il pane proteico al burro d’arachidi
e qui la ricetta per il pane proteico ai broccoli
d
imenticavo, c’è anche il pane proteico di zucca che viene ottimo anche usando le carote e la piadina proteica da preparare in pochissimi minuti

classici rivisitati/ low carb/ pane proteico/ salse e creme spalmabili/ senza glutine/ senza whey/ snack salati/ spezie/ Tutte le ricette/ verdure

Ajvar

Ho conosciuto questa delizia durante un soggiorno a Grado, molti anni fa, ma misteriosamente sono riuscita a dimenticarmene fino a questa settimana. Dopo una vana ricerca in rete e qualche infruttuosa telefonata stavo per rinunciare quando l’intervento provvidenziale del mio amico Davide mi ha portato alla soluzione. Ecco la mia versione:

 

Ajvar versione light

3 grandi peperoni rossi ( la tradizione dice che quelli a quattro punte siano più saporiti, ci fidiamo? )
1 melanzana media
sale
pepe
un cucchiaino di aceto bianco
30 ml di olio extravergine d’oliva

Accendete il forno a 200° disponete i peperoni sulla griglia insieme alla melanzana che avrete precedentemente bucherellato in superficie con una forchetta ( l’idea di bollire le melanzane mi fa sempre un po’ impressione). Quest’ultima sarà pronta in circa mezz’ora, estraetela dal forno ed estraetene la polpa con un cucchiaio mentre i peperono continueranno a cuocere.
In alternativa potete cuocere le melanzane al micrronde, intere, dopo averne bucherellato la buccia.
Quando saranno pronti spellateli e passate tutto al setaccio per eliminare le ultime tracce di semi e bucce. Passate il composto in padella con l’olio, un cucchiaino d’aceto, il sale, il pepe e, se lo gradite, del peperoncino piccante.
Cuocere tutto a fiamma dolce per 45 minuti circa , si conserva in un vaso a chiusura ermetica per 3 o 4 giorni, ma , solo se siete esperti, potete conservarla in contenitori sterilizzati per un tempo molto più lungo.
L’Ajvar si usa per accompagnare la carne, ma è ottima anche da sola spalmata sul pane, ovviamente proteico.

colazione/ farina d'avena/ low carb/ monoporzioni/ pane proteico/ proteine del siero del latte/ snack dolci/ snack salati/ whey/ zucca

Pane proteico di zucca

“Pumpkin is the new bacon!” la zucca torna prepotentemente sulle nostre tavole. La consistenza duttile, il sapore delicato e la sua incredibile versatilità ne fanno un ingrediente adattabile ad ogni pietanza, dal salato al dolce. Questo pane proteico alla zucca si presta ad essere accompagnato sia a creme dolci e frutta per una colazione nutriente, che ad ingredienti salati per uno spuntino pomeridiano veloce.
Ci occorrono:
400 grammi di polpa di zucca
150 grammi di farina d’avena
50 grammi di maizena
200 grammi di whey gusto neutro
Lievito istantaneo
noci sgusciate ( io uso quelle di Eurocompany )

Per ottenere una polpa di zucca soda e asciutta è il caso di evitare la bollitura, meglio tagliarne una a metà e lasciarla cuocere in forno caldo a 200° per 30 minuti circa ( controllate la cottura, i tempi potrebbero variare in base al tipo di forno e alle dimensioni della zucca stessa) Scavate via la polpa aiutandovi con un cucchiaio, passatela al setaccio per ottenere una consistenza setosa e mescolatela agli altri ingredienti.
Fate cuocere in forno caldo a 180° per circa 40 minuti e lasciate raffreddare nello stampo per 8 ore.
Questa ricetta è già apparsa su:
La dispensa dei bodybuilder

CONSIGLIA Avocado burger