Browsing Category

canapa

barrette/ biscotti proteici/ burro d'arachidi/ burro di nocciole/ cacao/ canapa/ cannella/ cheto/ cioccolato/ classici rivisitati/ comfort food/ dolci/ farina di mandorle/ fichi/ Goji Berry/ lo faccio io/ low carb/ mandorle/ meal prep/ monoporzioni/ post workout/ pre-workout/ proteine del siero del latte/ ricetta base/ ricetta proteica/ senza cottura/ senza glutine/ senza lievito/ senza zucchero/ snack dolci/ Tutte le ricette/ Veg/ vitafiber/ whey/ zero carboidrati

Quest bar fatte in casa con vitafiber in polvere

quest bar fatte in casa
Vi sarete certamente già imbattuti in numerose versioni delle quest bar homemade,quasi sicuramente su testate d’oltreoceano, e avrete notato che ognuna di queste ricette prevede l’ultilizzo dello sciroppo di Vitafiber, prodotto sicuramente interessante, ma che per motivi che sfuggono alla nostra comprensione, non è ancora disponibile in Europa.
Non mi è sembrata una buona ragione per non provare a fare da me le Quest Bar con il Vitafiber in polvere, gentilmente messoci a disposizione da Bulkpowders.
Prima che me lo domandiate: non è possibile sostituire questo ingrediente con dolcificanti alternativi, ho provato a riprodurre lo stesso procedimento con lo xilitolo, l’eritritolo e la stevia, ottenendo risultati insoddisfacenti, ma se li avete in casa, nelle altre pagine di questo blog troverete numerose alternative di utilizzo per questi validissimi prodotti.
Le dosi per le Quest bar fatte in casa con vitafiber in polvere sono per una barretta, moltiplicateli a vostro piacimento e aggiungete gli aromi e gli ingredienti che meglio si adattano al vostro fabbisogno nutrizionale e al vostro gusto.
Cominciamo.

 

Quest bar fatte in casa con vitafiber in polvere : ingredienti per una barretta

30 g di Vitafiber in polvere Bulkpowders
30 g di proteine del tipo e del gusto che preferite ( vi consiglio di usare una base delicata come la Vaniglia di Bulkpowders, così da poterle personalizzare senza creare gusti troppo bizzarri)
10 ml di acqua ( è importante che questo quantitativo sia preciso, onde evitare di ottenere uno sciroppo troppo liquido o troppo denso, difficile da lavorare)

In una piccola padella antiaderente versate l’acqua e il Vitafiber in polvere, mescolate rapidamente con l’aiuto di un cucchiaio di legno o di una spatola in silicone resistente al calore per evitare di graffiare il fondo. Personalmente preferisco il secondo strumento perché, oltre a non rovinare il fondo delle padelle, resiste alle contaminazioni batteriche ( il legno invece, per sua natura, assorbe e trattiene elementi organici) e consente di raccogliere fino all’ultima briciola di ogni alimento.
Accendete la fiamma, tenetela al minimo e fate schigliere il Vitafiber sempre mescolando.
Quando il composto inizierà a produrre delle bollicine, continuate a mescolare per circa 30 secondi, trascorso questo tempo, versando su un piattino una goccia di liquido, questo filerà un pochino. Il vostro sciroppo è pronto.
Spegnete la fiamma, attendete un paio di minuti che la temperatura scenda e versate lo sciroppo di Vitafiber in una ciotola in cui avrete già preparato le vostre proteine in polvere.
Iniziate a mescolare, prima con la spatola, poi, appena la temperatura lo consentirà, con le mani. Sarebbe il caso che indossiate dei guanti adatti alla manipolazione del cibo, il composto sarà davvero molto appiccicoso a questo punto!
Quando sciroppo e proteine si saranno condensati in una massa malleabile e omogenea, spostate il composto su un piano di lavoro, possibilmente ricoperto da carta da forno e dategli la forma di una barretta.

Se avete preparato un quantitativo di impasto sufficiente per più barrette, sarebbe meglio coprirlo con un secondo foglio di carta da forno e aiutarsi con un mattarello, così da ottenere uno spessore omogeneo ( e un aspetto migliore). RIfilate i bordi e incartatele una ad una con stagnola o pellicola, e riponetele in frigo fino al momento di consumarle.

Ok, questo è il procedimento per una barretta semplice, che avrà il gusto delle proteine che avrete scelto, ma le possibilità di personalizzazione sono infinite, basterà aggiungere gli altri ingredienti alle proteine in polvere prima di versare lo sciroppo.
Ecco qualche suggerimento per creare le vostre Quest bar fatte in casa con vitafiber in polvere dal gusto esclusivo:

-Semi di baccello di vaniglia ( considerate un quarto di baccello per barretta)
-Bacche di goji o cranberries essiccati
-Scaglie di cioccolato extrafondente
-Cocco essiccato
-Frutta secca tritata a piacere ( potreste preparare dei Quest bon bon da rotolare nella granella di nocciola o pistacchio)
Burri di frutta secca a piacere
-Cereali soffiati
-Cacao
-Granella di meringa senza zucchero ( per queste potrei uccidere)
-Pezzetti di chips di mela senza zucchero

quest bar fatte in casa mandorlequest bar goji berry cranberriesquest bar sugarfree meringue

e, quando il clima lo consentirà, ricopritele di cioccolato…
Insomma, l’unico limite è la fantasia, sono impaziente di vedere le vostre, pubblicatele pure sulla pagina e sul gruppo di Le Fitchef.

al forno/ canapa/ comfort food/ low carb/ pane proteico/ plumcake/ proteine del siero del latte/ senza lievito

Pane proteico ai broccoli

pane proteico ai broccoli

pane proteico ai broccoli

il pane proteico ai broccoli, semplice e veloce da realizzare, è un complemento del pasto ricchissimo di proteine e fibre, con pochi carboidrati e adatto ad ogni tipo di alimentazione. Può essere arricchito con semi tostati e spezie a piacere per esaltarne il gusto e, grazie al suo sapore delicato, si accompagna alla perfezione ad ogni piatto. Provatelo con il salmone affumicato o solamente spalmato con un cucchiaio di yogurt greco, ve ne innamorerete.
Il pane proteico ai broccoli si conserva a temperatura ambiente fino a tre giorni, ma è possibile conservarlo in freezer fino a sei mesi. In alternativa allo stampo da plumcake, è possibile cuocere l’impasto per il pane proteico ai broccoli, in stampini da muffin, in modo da ottenere dei panini proteici, pratici da portare a lavoro o come spuntino fuori casa.

 

 

PANE PROTEICO AI BROCCOLI

 

60 grammi di farina  di ceci
80 g di farina tipo fiberpasta
50 grammi di whey gusto neutro
3 albumi + 2 uova intere
400 grammi di broccoli lessati e ben sgocciolati
mezza bustina di lievito istantaneo
due cucchiai di frutta secca e semi a scelta
sale

Dopo aver lessato brevemente i broccoli, scolateli molto bene e riduceteli in purea passandoli al mixer per pochi secondi.
Accendete intanto il forno, regolando la temperatura a 200°C
In una ciotola mescolate le farine, aggiungete le proteine del siero , il sale, il lievito e la frutta secca a scelta.
A parte sbattete leggermente le uova e unite la purea di broccoli mescolando bene.
Versate il composto di uova e broccoli sugli ingredienti secchi e impastate velocemente fino ad ottenere una massa omogenea.
Versate l’impasto per il pane proteico ai broccoli in uno stampo da plumcake antiaderente e fate cuocere dieci minuti in forno caldo a 200°C, trascorso questo tempo, abbassate la temperatura a 180°C e continuate la cottura per altri 25 minuti.
Lasciate che il pane proteico ai broccoli sia completamente freddo prima di sformarlo.

QUI  trovate le proteine del siero che ho utilizzato per realizzare questa ricetta, iscrivendovi con il codice NPXR83 otterrete subito 5 euro di bonus sul primo articolo
vi aspetto nel gruppo facebook di Le Fitchef per altri suggerimenti

cacao/ canapa/ cioccolato/ classici rivisitati/ dolci/ Informazioni Nutrizionali/ low carb/ salse e creme spalmabili/ sciroppo d'agave/ senza glutine/ senza whey

Crema al cioccolato e semi di canapa

Oggi cheat-day infrasettimanale, è il mio compleanno e ne approfitto per condividere questo riuscitissimo esperimento, ora che il caldo non imperversa ancora come dovrebbe.

Vi ho già parlato delle virtù dei semi decorticati di canapa, assolutamente privi di THC, sono un alimento completo e ricco di grassi omega3 di cui ormai conoscete i benefici. Questa caratteristica li rende particolarmente adatti a sostituire latte e nocciole nella preparazione domestica di una crema spalmabile al cioccolato che, nella mia versione, risulterà assolutamente priva di olii dannosi, zuccheri in eccesso e derivati del latte.

Ci occorrono:
150g di semi decorticati di canapa BIO VEGAN Exhemplara
40 grammi di cacao amaro
50 grammi di sciroppo d’agave ( o miele fluido)
poche gocce di essenza di vaniglia
due cucchiai di olio di canapa BIO VEGAN Exhemplara 

Tostiamo brevemente i semi di canapa decorticati in un’ampia padella antiaderente, basterà un minuto a fuoco vivace, agitandoli continuamente perché non brucino. Questo servirà a rendere fluidi gli oli che renderanno più semplice il resto dell’esecuzione.
In un mixer cominciamo a tritare finemente i semi di canapa, aggiungendo, se necessario il primo cucchiaio d’olio di canapa. Dopo qualche minuto otterremo una pasta densa, a cui aggiungeremo il restante olio, lo sciroppo d’agave ( o il miele) , l’essenza di vaniglia e il cacao. Facciamo ripartire il mixer e continuiamo finché il risultato non abbia la consistenza desiderata. Eventualmente si può aggiungere dell’altro olio ma niente acqua o latte.

Procedete con pazienza e calma, con un frullatore comune saranno necessari almeno 40 minuti di lavoro. Fate una pausa di un paio di minuti ogni 3 minuti circa, rischiate di fondere l’apparecchio…

La crema al cioccolato e semi di canapa si conserva in un barattolo di vetro fino a due settimane fuori da frigo, se ce la fate a non finirla subito.

cacao/ canapa/ ceci/ classici rivisitati/ colazione/ dolci/ healty bakery/ Informazioni Nutrizionali/ low carb/ olio di cocco/ pre-workout/ sciroppo d'agave/ senza glutine/ senza whey/ snack dolci/ uova/ Veg

Brownies senza glutine ( con farina di canapa)

Questi brownies dall’aroma nocciolato sono ricchissimi non solo di fibre e minerali, ma anche delle proteine della canapa e dei ceci, senza dimenticare i preziosi omega 3 e 6 di cui torno brevemente ad elencare alcune proprietà:
   * Evitano l’accumulo dei grassi più pericolosi, trigliceridi e colesterolo, sulle pareti arteriose, bloccando l’indurimento dei vasi.
    * Proteggono il sistema cardiovascolare: il sangue, reso più fluido dall’assenza dei grassi cattivi, circola meglio, facendo funzionare bene il cuore   e  allontanando il rischio di malattie coronariche, ipertensione, arterosclerosi e trombosi.
    * Attenuano le reazioni infiammatorie quali, asma ed artrite reumatoide.
    * Favoriscono la vitalità delle cellule del sistema nervoso centrale, con funzioni antidepressive
    * Aumentano le difese immunitarie e rafforzano le difese della pelle
    * Utili nella terapia dell’artrite e di altri disturbi infiammatori.
    * Coadiuvanti nella cura della psoriasi e di altre patologie cutanee.
    * Anticancerogeni.
    * Agiscono sul microcircolo (utile per cellulite ed edemi).
    * Produzione di ormoni.
    * Facilitazione nella risposta immunitaria e antinfiammatoria in caso di ferite e infezioni.


Per una teglia quadrata di 24 cm di lato ci occorrono: 

2 uova
estratto di vaniglia
1 cucchiaino di sale
90 grammi di farina di ceci 
100 grammi di farina di canapa Bio Vegan Exhemplara 
6 cucchiai di sciroppo d’agave
90 grammi di olio di cocco 
40 grammi di cacao 
semi di canapa decorticati Exhemplara 
un cucchiaino di lievito per dolci
9 datteri denocciolati e sminuzzati


Preriscaldate il forno a 180°
sbattete leggermente le uova con lo sciroppo d’agave, il sale  e l’olio di cocco, a parte setacciate le farine con il lievito e il cacao.
Amalgamate il composto di uova alle farine e aggiungete l’aroma di vaniglia e i datteri per ultimi.
Versate in una teglia antiaderente e cospargete con i semi.
Fate cuocere a 180* per 20-25 minuti, non è necessaria la prova dello stecchino, ma assicuratevi che la superficie abbia un aspetto “asciutto” prima di sfornare. Lasciate che il dolce si freddi per bene nel suo stampo prima di tagliarlo a quadrotti.

CONSIGLIA Avocado burger