Browsing Category

Goji Berry

barrette/ biscotti proteici/ burro d'arachidi/ burro di nocciole/ cacao/ canapa/ cannella/ cheto/ cioccolato/ classici rivisitati/ comfort food/ dolci/ farina di mandorle/ fichi/ Goji Berry/ lo faccio io/ low carb/ mandorle/ meal prep/ monoporzioni/ post workout/ pre-workout/ proteine del siero del latte/ ricetta base/ ricetta proteica/ senza cottura/ senza glutine/ senza lievito/ senza zucchero/ snack dolci/ Tutte le ricette/ Veg/ vitafiber/ whey/ zero carboidrati

Quest bar fatte in casa con vitafiber in polvere

quest bar fatte in casa
Vi sarete certamente già imbattuti in numerose versioni delle quest bar homemade,quasi sicuramente su testate d’oltreoceano, e avrete notato che ognuna di queste ricette prevede l’ultilizzo dello sciroppo di Vitafiber, prodotto sicuramente interessante, ma che per motivi che sfuggono alla nostra comprensione, non è ancora disponibile in Europa.
Non mi è sembrata una buona ragione per non provare a fare da me le Quest Bar con il Vitafiber in polvere, gentilmente messoci a disposizione da Bulkpowders.
Prima che me lo domandiate: non è possibile sostituire questo ingrediente con dolcificanti alternativi, ho provato a riprodurre lo stesso procedimento con lo xilitolo, l’eritritolo e la stevia, ottenendo risultati insoddisfacenti, ma se li avete in casa, nelle altre pagine di questo blog troverete numerose alternative di utilizzo per questi validissimi prodotti.
Le dosi per le Quest bar fatte in casa con vitafiber in polvere sono per una barretta, moltiplicateli a vostro piacimento e aggiungete gli aromi e gli ingredienti che meglio si adattano al vostro fabbisogno nutrizionale e al vostro gusto.
Cominciamo.

 

Quest bar fatte in casa con vitafiber in polvere : ingredienti per una barretta

30 g di Vitafiber in polvere Bulkpowders
30 g di proteine del tipo e del gusto che preferite ( vi consiglio di usare una base delicata come la Vaniglia di Bulkpowders, così da poterle personalizzare senza creare gusti troppo bizzarri)
10 ml di acqua ( è importante che questo quantitativo sia preciso, onde evitare di ottenere uno sciroppo troppo liquido o troppo denso, difficile da lavorare)

In una piccola padella antiaderente versate l’acqua e il Vitafiber in polvere, mescolate rapidamente con l’aiuto di un cucchiaio di legno o di una spatola in silicone resistente al calore per evitare di graffiare il fondo. Personalmente preferisco il secondo strumento perché, oltre a non rovinare il fondo delle padelle, resiste alle contaminazioni batteriche ( il legno invece, per sua natura, assorbe e trattiene elementi organici) e consente di raccogliere fino all’ultima briciola di ogni alimento.
Accendete la fiamma, tenetela al minimo e fate schigliere il Vitafiber sempre mescolando.
Quando il composto inizierà a produrre delle bollicine, continuate a mescolare per circa 30 secondi, trascorso questo tempo, versando su un piattino una goccia di liquido, questo filerà un pochino. Il vostro sciroppo è pronto.
Spegnete la fiamma, attendete un paio di minuti che la temperatura scenda e versate lo sciroppo di Vitafiber in una ciotola in cui avrete già preparato le vostre proteine in polvere.
Iniziate a mescolare, prima con la spatola, poi, appena la temperatura lo consentirà, con le mani. Sarebbe il caso che indossiate dei guanti adatti alla manipolazione del cibo, il composto sarà davvero molto appiccicoso a questo punto!
Quando sciroppo e proteine si saranno condensati in una massa malleabile e omogenea, spostate il composto su un piano di lavoro, possibilmente ricoperto da carta da forno e dategli la forma di una barretta.

Se avete preparato un quantitativo di impasto sufficiente per più barrette, sarebbe meglio coprirlo con un secondo foglio di carta da forno e aiutarsi con un mattarello, così da ottenere uno spessore omogeneo ( e un aspetto migliore). RIfilate i bordi e incartatele una ad una con stagnola o pellicola, e riponetele in frigo fino al momento di consumarle.

Ok, questo è il procedimento per una barretta semplice, che avrà il gusto delle proteine che avrete scelto, ma le possibilità di personalizzazione sono infinite, basterà aggiungere gli altri ingredienti alle proteine in polvere prima di versare lo sciroppo.
Ecco qualche suggerimento per creare le vostre Quest bar fatte in casa con vitafiber in polvere dal gusto esclusivo:

-Semi di baccello di vaniglia ( considerate un quarto di baccello per barretta)
-Bacche di goji o cranberries essiccati
-Scaglie di cioccolato extrafondente
-Cocco essiccato
-Frutta secca tritata a piacere ( potreste preparare dei Quest bon bon da rotolare nella granella di nocciola o pistacchio)
Burri di frutta secca a piacere
-Cereali soffiati
-Cacao
-Granella di meringa senza zucchero ( per queste potrei uccidere)
-Pezzetti di chips di mela senza zucchero

quest bar fatte in casa mandorlequest bar goji berry cranberriesquest bar sugarfree meringue

e, quando il clima lo consentirà, ricopritele di cioccolato…
Insomma, l’unico limite è la fantasia, sono impaziente di vedere le vostre, pubblicatele pure sulla pagina e sul gruppo di Le Fitchef.

avena/ classici rivisitati/ colazione/ dolci/ Goji Berry/ mandorle/ monoporzioni/ omega 3/ snack dolci/ yogurt

Granola alle bacche Goji

Avete presente quei goduriosissimi aggregati di cereali in vendita nei supermercati? Ovviamente sì, ma è importante sapere che sono spesso addizionati con ingenti quantità di sale e grassi vegetali idrogenati, che li rendo non del tutto adeguati a chi intende sostenere un regime alimentare sano.
Ecco dunque la mia versione, arricchita, in questo caso, dalle bacche Goji, alle quali ho in parte accennato nel post precedente . Gli elementi nutrizionali contenuti nel vari ingredienti, l’alto contenuto di Omega3 e vitamine, ne fanno un alimento sano, nutriente e utilissimo per contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento.
Potete personalizzare la ricetta come meglio preferite, aggiungendo o sostituendo gli ingredienti, ricordando però una regola di base: bacche e frutta essiccata in generale vanno aggiunte solo dopo il passaggio forno.

400 grammi di avena in fiocchi ( niente avena precotta please)
frutta secca oleosa a piacere
aroma di vaniglia
semi di lino
bacche di Goji
due cucchiai di olio di semi di girasole ( una vera miniera di vitamina E)
150 ml d’acqua
2 cucchiai di zucchero di canna muscovado
3 cucchiai di miele

mettete a bollire l’acqua con lo zucchero e il miele finché il tutto non sarà ridotto di almeno un terzo, nel frattempo preriscaldate il forno a 170° e ricoprite la placca con carta da forno. In una cotola ampia miscelate gli ingredienti secchi con la vaniglia e l’olio di semi, tenendo da parte le bacche. Aggiungete lo sciroppo preparato in precedenza e fate in modo che venga assorbito da tutto il composto girando spesso. A questo punto io, di solito, lascio tutto a riposare per almeno un quarto d’ora in un contenitore a chiusura ermetica in modo che il calore dello sciroppo permetta all’avena di assorbire a fondo il liquido. Trascorso questo tempo stendete il composto sulla placca avendo cura di distribuirlo uniformemente e infornare per 35-40 minuti. A metà cottura rimestate il tutto con un cucchiaio di legno per favorire una doratura uniforme. Fate raffreddare, aggiungete le bacche e conservatelo in un contenitore a tenuta ermetica… se riuscite a non finirlo subito.
Si accompagna al latte, allo yogurt, alla frutta fresca, ma è ottimo anche da solo.

CONSIGLIA Avocado burger