colazione/ Informazioni Nutrizionali/ insalate

Il pompelmo brucia i grassi ? Scopriamo cosa c’è di vero

15 Settembre 2019
il pompelmo brucia i grassi

Il Pompelmo ha davvero un ruolo attivo nella perdita di peso?

Pompelmo: un brucia grassi miracoloso?

Lo abbiamo sentito dire tutti almeno una volta, in palestra, in fila al supermercato, tra le chiacchiere sotto l’ombrellone al mare: “il pompelmo brucia i grassi! ” affermazione di solito seguita da fantasiosi corollari che suggeriscono come ottimizzare i risultati di questo rimedio miracoloso.

Dopo svariati decenni, un team di scienziati ha deciso di fare chiarezza, una volta per tutte su questo argomento, ma andiamo per ordine.

Il pompelmo: benefici, rischi e curiosità

Il pompelmo (Citrus paradisi) fu classificato per la prima volta soltanto nel 18° secolo, sebbene fosse noto da secoli come prodotto dell’ibridazione di una pianta di arancia e di pomelo.

il pompelmo brucia i grassi succo

Il pompelmo e la sua interazione con i farmaci

Il frutto consumato fresco o il succo di pompelmo possono creare interazioni con alcune classi di farmaci, tali effetti possono essere diversi in base al singolo paziente, al tipo di farmaco e alla quantità di prodotto ingerito.
La reazione che si verifica più frequentemente, soprattutto nei pazienti che assumono statine ( in particolare simvastatina e atorvastatina) è l’aumento delle concentrazioni ematiche del farmaco, dovuto all’azione inibente sull’isoenzima CYP3A4 .

Nel caso di alcune classi di antistaminici invece, può accadere che l’assimilazione del farmaco risulti sensibilmente ridotta, a causa dell’azione inibente sulle proteine trasportatrici del farmaco.

In linea di massima è sempre bene consultare il bugiardino e chiedere chiarimenti al proprio medico, soprattutto se si assumono farmaci appartenenti a queste categorie:

  • statine
  • farmaci impiegati per ridurre la pressione
  • antistaminici
  • farmaci anti rigetto post trapianto
  • steroidi
  • antiaritmici

Il pompelmo è un frutto ricco di vitamina C, potassio, calcio, beta-carotene, fibre e pectina, pertanto, risulta un complemento ottimale per una dieta sana ed equilibrata.

Tuttavia, la possibilità che il pompelmo agisca da brucia grassi è piuttosto remota.

Il Pompelmo brucia i grassi? Le evidenze scientifiche.

Il primo lavoro scientifico solido dedicato a far luce sulle presunte proprietà dimagranti del pompelmo è apparso nel 2006.

Gli scienziati posero sotto osservazione, lungo un periodo di 12 settimane, un gruppo composto da 96 soggetti in sovrappeso. Durante questa osservazione, le persone che hanno consumato mezzo pompelmo fresco, tre volte al giorno, hanno perso mediamente 1,6 kg, mentre le persone appartenenti al secondo gruppo, alle quali era stato offerto del succo di mela al posto del pompelmo, alla fine del periodo di osservazione, avevano perso solamente 0,3 kg.

Un secondo studio, condotto nel 2012, si propose di verificare se fosse proprio l’aggiunta del pompelmo alla dieta la causa della (scarsa) perdita di peso, e non altri fattori.

Stavolta il gruppo di osservazione era composto da 85 soggetti in sovrappeso, ai quali fu chiesto di escludere dalla loro alimentazione tutta la frutta e la verdura che contenesse gli stessi elementi che, nel pompelmo, potessero avere effetti dimagranti. Queste persone dovettero quindi rinunciare ad agrumi, frutti rossi, spinaci, carote, pomodori e patate dolci per tutta le tre settimane precedenti l’inizio dello studio, in modo che partissero tutti da condizioni nutrizionali simili.
Successivamente, i soggetti furono separati in due gruppi.
Uno dei due gruppi ricevette l’istruzione di consumare mezzo pompelmo tre volte al giorno, mentre nulla cambiò nella dieta del secondo gruppo.

Dal momento che una dieta povera di frutta e verdura non può essere definita sana, la durata dello studio fu ridotta a sole sei settimane.

Il pompelmo brucia i grassi? I risultati:

Al termine dell’esperimento si osservò che la dieta somministrata ai soggetti che avevano consumato il pompelmo non aveva prodotto variazioni di peso, ma nella pressione sanguigna e profilo lipidico del sangue dei pazienti osservati.
Dopo sei settimane, i soggetti presentavano un ridotto contenuto di lipoproteine a bassa densità nel sangue, ovvero il dannoso colesterolo LDL responsabile della formazione di placche nel lume dei vasi.

La conclusione è elementare: il pompelmo non ha nessuna funzione bruciagrassi e le sue proprietà benefiche non sono esclusive. Probabilmente gli stessi risultati sul colesterolo LDL sarebbero stati prodotti sostituendo il pompelmo con carote o agrumi ricchi di antiossidanti.

Riferimenti

The effects of grapefruit on weight and insulin resistance: relationship to the metabolic syndrome. Fujioka K1Greenway FSheard JYing Y.

The effects of daily consumption of grapefruit on body weight, lipids, and blood pressure in healthy, overweight adults. Dow CA1Going SBChow HHPatil BSThomson CA.

Facebook Comments

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.