Browsing Category

healty bakery

albumi/ avocado/ colazione/ farina d'avena/ healty bakery/ uova/ whey/ yogurt

Torta proteica limone e vaniglia

La torta proteica limone e vaniglia, preparata senza lievito, è stato il primo riuscitissimo esperimento con il forno della nuova casa. A differenza della maggior parte delle altre torte proteiche non risulta troppo asciutta e, se conservata in un contenitore a tenuta ermetica, mantiene la sua morbidezza per diversi giorni.
Come sempre ho indicato i valori nutrizionali per una porzione,   ma come calcolate i nutrienti che vi sono necessari durante il giorno? Ne riparleremo insieme a Poinx subito dopo la ricetta della torta proteica al limone e vaniglia.

Ingredienti:
60 g di whey ( neutre o alla vaniglia) le trovate qui —–> My Protein
140g di farina d’avena
1 cucchiaino raso di bicarbonato di sodio
120g di albume ( 4 albumi) e un tuorlo
il succo e la scorza grattugiata di due limoni non trattati
160 g di yogurt greco ( qui trovate il procedimento per farlo in casa)
60 ml di acqua
dolcificante termostabile a scelta
essenza di vaniglia

Preriscaldate il forno a 180°C
In una ciotola capiente la farina d’avena, le proteine e il bicarbonato di sodio, mescolate con cura.
Aggiungete gli albumi, il tuorlo, lo yogurt greco, l’essenza di vaniglia, il dolcificante e l’acqua; mescolate tutto con l’aiuto di una spatola.
Quando l’impasto sarà perfettamente omogeneo aggiungete le scorze grattugiate e il succo di limone che, a contatto con il bicarbonato causerà una lieve effervescenza.
versate l’impasto della torta proteica limone e vaniglia in una teglia antiaderente di massimo 20 cm di diametro e infornate per circa 22 minuti ( fate la prova dello stecchino)

Con queste dosi otterrete circa 9 porzioni di torta proteica limone e vaniglia, ognuna delle quali avrà i seguenti valori nutrizionali:

103 kcal
10g proteine
12g carboidrati
2g di grassi
1 g di fibre

Ma fermiamoci un momento a parlare di valori e necessità nutrizionali, quanti di voi conoscono esattamente il proprio fabbisogno nutrizionale?  e quanti invece di danno al fai-da-te, magari fidandosi delle “voci da spogliatoio” in palestra o seguendo la dieta più in voga al momento?
Quasi ogni giorno ricevo per email le più svariate richieste, ma la domanda che più spesso mi viene rivolta è “cosa devo mangiare?“, la mia risposta è sempre la stessa: è necessario rivolgersi ad uno specialista per una visita preliminare attraverso la quale sarà possibile stabilire l’esatta composizione corporea,individuare  le necessità nutrizionali che devono essere soddisfatte e tracciare un percorso di rieducazione alimentare volta ad eliminare le cattive abitudini e a ristabilire un corretto equilibrio nel rapporto col cibo.

[warning] Vi aspetto nel gruppo facebook e sulla pagina insieme alle promo dei nostri partner [/warning]

cheat day/ farina integrale/ healty bakery/ pane proteico/ pasta proteica/ yogurt

Pizza rapida senza forno

D’estate, nelle serate torride, nessuno ha voglia di accendere il forno, ma a volte ci coglie il desiderio di una pizza croccante, che magari non sfori dai macros entro i quali ci siamo prefissi di rimanere. Ma si può ottenere una pizza croccante e gustosa senza forno e senza lunghi tempi di lievitazione? Con questa pizza rapida bastano tre ingredienti e una padella antiaderente col suo coperchio per un  ottimo risultato.

Pizza rapida senza forno  ingredienti per una persona:
150g di farina integrale
150g di yogurt greco ( sì proprio lui, vi ricordo che è facile prepararlo in casa seguendo questo semplice procedimento )
lievito istantaneo
2 o 3 cucchiai d’acqua, se l’impasto dovesse risultare troppo asciutto
un pizzico di sale iodato

attrezzatura:
padella antiaderente con  coperchio a misura
ciotola di plastica

Mescolate tutto in una ciotola e mescolate rapidamente
Versate l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e continuate a impastare con le mani fino a formare una palla ( alcuni yogurt potrebbero richiedere l’aggiunta di ancora un po’ di farina).
Scaldate la padella su fiamma alta per un minuto. Io uso le padella  con rivestimento in pietra che non hanno bisogno di grassi e sono DAVVERO antiaderenti.
RIprendete l’impasto della pizza rapida senza forno allo yogurt  e con le mani schiacciatelo sul fondo della padella dandogli una forma regolare ( occhio a non scottarvi)
Chiudete con il coperchio a misura, abbassata la fiamma al minimo e fate cuocere la pizza rapida senza forno  per cinque minuti.
Trascorsi i cinque minuti sollevate il coperchio e girate la pizza rapida
Rchiudete col coperchio e cuocete ancora per cinque minuti.

A questo punto potete farcirla come preferite, io ho scelto un sugo fresco apepna preparato con pomodori freschi e 30 g di mozzarella ottenendo i macros che seguono
Macros: 24 pro, 3 fat, 105 cho

La pizza rapida senza forno può essere preparata con ogni tipo di farina, sperimentate con le farciture che preferite e mandatemi le vostre foto 🙂

avena/ cannella/ colazione/ farro/ fiocchi d'avena/ healty bakery/ pre-workout

Scones di farro e avena al miele



Gli scones sono focaccine semi-dolci tipiche della tradizione inglese che si servono con il tè delle cinque
Ecco una ricetta sana per gli scones, semplice da preparare e davvero deliziosa.
Ho usato farina di farro integrale che conferisce a questi scones un gusto rotondo e una consistenza piacevolissima da mordere. I fiocchi d’avena contribuiscono con le loro proprietà benefiche e si sposano alla perfezione con  miele, cannella e vaniglia.
C’è spazio per una piccola quantità di burro di buona qualità  anche nelle ricette “dietetiche”, come nel caso di questo scones, ma potete sostituirlo con dell’olio d’oliva fruttato.

Cosa c’è di sano in questi scones? 

Il farro è un cereale antico simile al grano, ma il suo ridotto apporto di glutine lo rende più gentile con l’apparato digerente di chi presenta problemi di sensibilità a questa proteina. Resta un cereale ricco di proteine ( circa 13gr per etto, come l’avena) e è più ricco in aminoacidi rispetto a molte altre granaglie. Come l’avena contribuisce a regolare il transito intestinale e il tasso di colesterolo cattivo grazie al suo buon apporto di fibre.
Gli scones di farro e avena al miele sono perfetti a colazione o per ricaricare le riserve di glicogeno prima di una dura sessione di allenamento.
Io li adoro accompagnati da un velo di marmellata senza zucchero  e yogurt greco , ovviamente fatti in casa.

Ingredienti:

280 gr di farina di farro monococco Prometeo Urbino
2 cucchiaini di lievito in polvere
1/2 cucchiaino di cannella
100 gr di burro ( eventualmente sostituitelo con 80 ml di olio d’oliva)
il contenuto di una bacca di vaniglia
1 cucchiaio di miele
125 ml di latte scremato
120g di datteri snocciolati e tagliati a pezzetti
100 gr di fiocchi d’avena BPR 
Preriscaldate il forno a 200°C
In una ciotola unite la farina di farro,i fiocchi d’avena,  il lievito e la cannella, il burro tagliato a tocchetti ( o l’olio) e i datteri.
A parte mescolare il latte, il miele e i semini di di vaniglia. A questo punto mescolate gli ingredienti secchi e il latte dolcificato. 
Mescolare delicatamente per formare un impasto morbido e appiccicoso.
Versare l’impasto degli scones sul piano di lavoro infarinato e schiacchiatelo delicatamente con le mani fino a raggiungere uno spessore di circa 2,5 centimetri.
Con l’aiuto di una formina tonda ricavate dei dischi di pasta che disporrete sulla placca del forno leggermente unta di olio spray 
Cuocere per venti minuti e servire a temperatura ambiente .

biscotti proteici/ ciambella proteica/ DIY/ healty bakery/ Informazioni Nutrizionali/ lo faccio io/ pane proteico/ proteine del siero del latte/ whey

Cucinare con le proteine in polvere, regole base

Credevate che bastasse sostituire la farina con le proteine in polvere per ottenere creazioni perfette? Immagino che abbiate già avuto modo di ricredervi. Ecco le regole base per cucinare con le proteine senza errori. 

 
Nei nostri primi tentativi di cucinare con le proteine in polvere quasi tutti abbiamo pensato che fosse sufficiente trattare le nostre preziose whey come se fosse farina. Sbagliando.

Dobbiamo sempre tenere a mente le peculiarità di questo ingrediente e trattarlo come si conviene, in particolare se si tratta delle whey, le proteine del siero del latte, con le quali rischiamo di ottenere un prodotto finito eccessivamente secco o gommoso. 
 
Basta seguire poche regole per ottenere muffin proteici perfetti
Seguendo poche semplici regole possiamo preparare irresistibili muffins e appetitosi pancakes proteici.
 

Le regole per cucinare con le whey

Ci sono quattro regole fondamentali per cucinare con le whey e ottenere risultati soddisfacenti. Fatele vostre per realizzare torte sontuose, soffici muffins e appetitosi pancakes proteici.

Regola #1 il peso è importante

Gli impasti che contengono proteine non dovrebbero essere composti da più di un quarto di whey, questo perché le proteine del siero del latte hanno la tendenza a seccarsi molto dopo la cottura. Assicuratevi quindi di bilanciare la ricetta in modo che il peso totale degli ingredienti contenga al massimo 1/4 di proteine del siero del latte
 


Regola #2 non sottovalutate l’umidità

Bisogna sempre usare un adeguato ingrediente umido: la priorità va data alla polpa di frutta, il formaggio cremoso, lo yogurt greco o la polpa di patata dolce. 
 

Regola#3 Scegliere la farina adatta

È necessario aggiungere una parte di farina all’impasto, questa, combinandosi con le whey, conferirà volume al prodotto finale. 
Le mie preferite, lo avrete notato, sono la farina d’avena, la farina di cocco ( che è ben diversa dal cocco grattugiato che si trova comunemente in commercio), la farina di ceci e quella integrale, tutte con un buon apporto di fibre e proteine. 

Regola#4 Legami

Per amalgamare gli impasti scegliete gli albumi pastorizzati, le uova intere e, in alcuni casi, i semi di lino macinati. 
 
 
 
Seguendo queste regole sarete in grado di produrre qualsiasi cosa desideriate sia arricchito dalle proteine in polvere, dalle torte a fragranti pagnotte. 
 
Aggiungete frutta secca, granaglie, bacche, aromi liquidi, spezie, scorze di agrumi, cacao e tutto quello che la fantasia e il gusto vi suggeriscono per personalizzare i vostri impasti.
 
 
[warning] vi aspetto sulla pagina facebook e nel gruppo di le Fitchef per tanti suggerimenti e promozioni [/warning]
albumi/ classici rivisitati/ fiocchi d'avena/ fiocchi di latte/ healty bakery/ low carb/ monoporzioni/ muffin salati/ post workout/ senza whey/ tonno

Muffin salati di tonno e fiocchi di latte

L’organizzazione dei pasti è importante quando si segue un regime controllato, infatti non è sempre possibile, a causa di vari impegni ed imprevisti, provvedere alla preparazione dei pasti quotidiani in maniera costante.  Prendetevi un giorno a settimana per organizzare i pasti in maniera equilibrata e cercate di preparare porzioni adeguate al vostro fabbisogno nutrizionale e semplici da trasportare.
Ecco ad, esempio i muffin di tonno, richiedono una preparazione semplice e veloce, si conservano in frigo fino a tre giorni e molto più a lungo se surgelati. Apportano un buon contenuto di proteine e sono realizzate con carboidrati complessi che terranno a bada il vostro tasso insulinico  fino al pasto successivo.

Con le dosi seguenti otterrete circa 6 muffin, in fondo trovate anche le informazioni nutrizionali

360 grammi di tonno al naturale sgocciolato
1 uovo e due albumi
una costa di sedano tritata finemente
una zucchina lessata e schiacciata
30 grammi di fiocchi di latte
20 grammi di fiocchi d’avena
mezzo cucchiaino di bicarbonato
spezie a piacere ( io preferisco paprika dolce, curcuma e cumino)

Accendete il forno a 170°C
La preparazione è semplicissima, vi basterà infatti versare nel boccale del mixer tutti gli ingredienti e procedere a impulsi finché non appariranno ben amalgamati. Versateli negli stampini da muffin e lasciare cuocere per 25-30 minuti finché la superficie non sarà dorata.

Calorie per porzione 109
grassi 8 grammi
Proteine 12 grammi
carbo 18 grammi

i valori nutrizionali possono variare in base alle diverse marche degli ingredienti di base

mi seguite già su facebook, vero ?

albumi/ anti cellulite/ classici rivisitati/ colazione/ farina d'avena/ frutta/ healty bakery/ Muffin/ pre-workout/ Veg/ yogurt

Muffin proteici pesche e avena

Parliamo di muffin!
Amo i muffin, e, lo ammetto, i carboidrati in generale, ma chi non lo fa?
Chi mi segue da un po’ sa che le mie ricette da colazione rispondono sempre a una serie di requisiti che reputo irrinunciabili per il pasto più importante della giornata:

  • un buon apporto di proteine
  • pochi zuccheri
  • potere saziate
  • il gusto! 
anche questa ricetta soddisfa tutti i succitati criteri E include uno dei miei frutti estivi preferiti.
Le dosi sono per circa 12 muffin di medie dimensioni: 
Ingredienti secchi:
100 grammi di farina d’avena 
30 grammi di farina di mandorle
70 grammi di proteine del siero del latte ( neutre o vaniglia) 
un cucchiaino e mezzo di lievito per dolci
mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
un pizzico di sale
Ingredienti umidi:
3 albumi o 120 grammi di albume pastorizzato
150 grammi di yogurt greco 0,1%
la polpa di una pesca sbucciata ridotta in purea ( circa 100 grammi) 
30 grammi di sciroppo d’agave ( o l’equivalente del vostro dolcificante preferito)
essenza di vaniglia

200 grammi di polpa di pesca a dadini ( affonderanno ingloriosamente, quindi non datevi pena per ottenere un taglio perfetto)

Preriscaldiamo il forno a 180°
In una ciotola sbattiamo gli albumi e aggiungiamo tutti gli ingredienti umidi, mescolando con l’aiuto di una frusta.
In un’altra ciotola combiniamo tra loro gli ingredienti secchi e aggiungiamo il primo composto.
Mescoliamo velocemente con l’aiuto di un cucchiaio di legno. NON impastare e NON mescolare troppo.
Aggiungiamo i pezzetti di frutta.
Disponiamo l’impasto in uno stampo da muffin che conterrà i pirottini della giusta misura e inforniamo per circa 20 minuti.
Devono raffreddarsi completamente prima di poter essere sformati.

– se l’impasto dovesse essere troppo consistente diluitelo con uno o due cucchiai di latte scremato
– se non amate la frutta provate i muffin al cioccolato

avena/ classici rivisitati/ dolci/ farina d'avena/ healty bakery/ monoporzioni/ plumcake/ pre-workout/ salse e creme spalmabili/ senza whey/ Veg/ Walden Farms

Plum Cake Veg senza latte, uova, burro e zucchero

140 grammi di farina d’avena
120 grammi di farina integrale
un cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale
160 grammi di Apple Butter Spread
3 cucchiai di olio di cocco
la scorza grattugiata di un limone non trattato

Preriscaldate il forno a 180°
In una ciotola stemperate l’Apple Butter Spread con l’olio di cocco e il sale, aggiungete la scorza grattugiata del limone e le farine precedentemente setacciate con il lievito.
Lavorate con la frusta fino ad ottenere un composto soffice e omogeneo.
Versatelo in uno stampo da plumcake antiaderente e con il manico di un mestolo di legno, segnate una riga nel centro dell’impasto, arrivando fino al fondo, questo, durante la cottura, permetterà al dolce di aprirsi, dandogli la forma caratteristica. Infornate per circa 35-45 minuti, fate la prova dello stecchino e lasciate che si raffreddi completamente prima di sformare.
Ottimo a colazione e nel pre-workout, contiene, per una fettina di 30 grammi, solo 53 kcal.

Nel caso non vi fosse posssibile reperire l’Apple Butter Spread potete sostituirlo con 100 grammi di mele grattugiate e 60 di sciroppo d’agave, ma state attenti alla cottura.

 

+Watt/ albumi/ cacao/ cioccolato/ classici rivisitati/ colazione/ collaborazioni/ dolci/ healty bakery/ low carb/ Muffin/ olio di cocco/ post workout/ proteine del siero del latte/ whey

Muffin proteici al cacao e olio di cocco

muffin proteici cacao cioccolato le fitchef ricetta proteine

 

Narrano che l’ormai leggendaria +Araba Felice, nel lontano 2007 abbia ottenuto l’altrettanto leggendaria ricetta dei muffin al cioccolato di Starbucks corrompendo un commesso. Io sono certa che il fortunato giovanotto abbia ceduto l’ambito  segreto al primo ammaliante sguardo di Stefania <3. Col suo permesso ho apportato alcune ( radicali) modifiche alla versione originale, perché noi di Le Fichef ci teniamo alla forma, ma soprattutto alla sostanza.

Con queste dosi otterrete  6 muffin proteici al cacao :

90 grammi di farina integrale

60 grammi di whey ( neutre, alla vaniglia o al cacao )

due albumi

20 grammi di olio di cocco

un cucchiaino raso di lievito per dolci

mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio

dolcificante  a piacere

100ml di caffè ottenuto con un preparato solubile ( deve essere un caffè lungo come quello americano)

essenza di vaniglia

40 grammi di cacao amaro

80 grammi di purea di mela

80 gr di latte

procedimento per la preparazione dei muffin proteici al cacao

 

Preriscaldate il forno a 180° e sistemate i pirottini in uno stampo da muffin

In una ciotola capiente versate il latte, il caffè, il dolcificante e scioglieteci dentro le proteine in polvere con l’aiuto di una frusta, cercando di evitare i grumi.

Aggiungete l’olio, gli albumi, la vaniglia, il cacao e la purea di  mela, il bicarbonato, sempre mescolando con cura.

Per ultimo il lievito. Anche nella mia versione il composto risulterà molto liquido, ma va bene così.

Cuocete i vostri muffin proteici al cacao  in forno già caldo  per 20-25 minuti.

Ricordatevi di fare la prova dello stecchino, inserite un bastoncino da spiedini o uno spaghetto spesso in uno dei muffin proteici al cacao, se estraendolo lo troverete asciutto e pulito i vostri muffin proteici al cacao sono pronti da sfornare, in caso contrario proseguite la cottura ancora per qualche minuto.

Quando riempite gli stampini abbiate cura di non superare i due terzi della loro capienza.

I muffin proteici al cacao possono essere surgelati, ma si conservano benissimo per molti giorni se tenuti in un contenitore a chiusura ermetica. Ancora grazie ad  +Araba Felice per l’idea :).

cacao/ canapa/ ceci/ classici rivisitati/ colazione/ dolci/ healty bakery/ Informazioni Nutrizionali/ low carb/ olio di cocco/ pre-workout/ sciroppo d'agave/ senza glutine/ senza whey/ snack dolci/ uova/ Veg

Brownies senza glutine ( con farina di canapa)

Questi brownies dall’aroma nocciolato sono ricchissimi non solo di fibre e minerali, ma anche delle proteine della canapa e dei ceci, senza dimenticare i preziosi omega 3 e 6 di cui torno brevemente ad elencare alcune proprietà:
   * Evitano l’accumulo dei grassi più pericolosi, trigliceridi e colesterolo, sulle pareti arteriose, bloccando l’indurimento dei vasi.
    * Proteggono il sistema cardiovascolare: il sangue, reso più fluido dall’assenza dei grassi cattivi, circola meglio, facendo funzionare bene il cuore   e  allontanando il rischio di malattie coronariche, ipertensione, arterosclerosi e trombosi.
    * Attenuano le reazioni infiammatorie quali, asma ed artrite reumatoide.
    * Favoriscono la vitalità delle cellule del sistema nervoso centrale, con funzioni antidepressive
    * Aumentano le difese immunitarie e rafforzano le difese della pelle
    * Utili nella terapia dell’artrite e di altri disturbi infiammatori.
    * Coadiuvanti nella cura della psoriasi e di altre patologie cutanee.
    * Anticancerogeni.
    * Agiscono sul microcircolo (utile per cellulite ed edemi).
    * Produzione di ormoni.
    * Facilitazione nella risposta immunitaria e antinfiammatoria in caso di ferite e infezioni.


Per una teglia quadrata di 24 cm di lato ci occorrono: 

2 uova
estratto di vaniglia
1 cucchiaino di sale
90 grammi di farina di ceci 
100 grammi di farina di canapa Bio Vegan Exhemplara 
6 cucchiai di sciroppo d’agave
90 grammi di olio di cocco 
40 grammi di cacao 
semi di canapa decorticati Exhemplara 
un cucchiaino di lievito per dolci
9 datteri denocciolati e sminuzzati


Preriscaldate il forno a 180°
sbattete leggermente le uova con lo sciroppo d’agave, il sale  e l’olio di cocco, a parte setacciate le farine con il lievito e il cacao.
Amalgamate il composto di uova alle farine e aggiungete l’aroma di vaniglia e i datteri per ultimi.
Versate in una teglia antiaderente e cospargete con i semi.
Fate cuocere a 180* per 20-25 minuti, non è necessaria la prova dello stecchino, ma assicuratevi che la superficie abbia un aspetto “asciutto” prima di sfornare. Lasciate che il dolce si freddi per bene nel suo stampo prima di tagliarlo a quadrotti.

albumi/ classici rivisitati/ healty bakery/ low carb/ muffin salati/ pane proteico/ post workout/ proteine del siero del latte/ senza glutine/ snack salati/ spezie/ uova/ whey

Focaccia proteica low-carb

1 uovo intero e due albumi
160 grammi di formaggio magro,
 120 grammi di latte scremato,
 160 grammi di whey gusto neutro,
 50 grammi di prosciutto di tacchino a dadini ( o altro salume magro ) ,
 erba cipollina,
 un pizzico di cremor tartaro
sale e pepe q.b.

preriscaldate il forno a 180*.
Sbattete le uova e con l’aiuto delle fruste a mano amalgamate il formaggio fresco, diluite con il latte scremato  in cui avrete sciolto accuratamente le proteine e insaporite con erba cipollina, sale e pepe nero macinato fresco.  In fine aggiungete il cremor tartaro e i dadini di prosciutto.
Versate il composto in uno stampo antiaderente e infornate per circa 35 minuti. Lasciate che si raffreddi nello stampo e gustatela ben fredda. 



avena/ biscotti proteici/ cannella/ classici rivisitati/ colazione/ dolci/ farina d'avena/ healty bakery/ low carb/ mandorle/ mirtillo/ monoporzioni/ pre-workout/ senza whey/ snack dolci

Biscotti preworkout facilissimi

biscotti preworkout facilissimi

Come molti di voi sapranno, prima di un allenamento è consigliabile assumere carboidrati lenti in grado di fornire una riserva di energia durevole che ci garantisca il sostegno necessario per portare a termine al meglio il nostro lavoro. Gli alimenti da preferire sono quindi l’avena, la frutta e il pane integrale ai cereali.
Preparando questi biscotti facilissimi in anticipo vi garantirete una scorta adeguata e nutriente.
Bastano due ingredienti!

1 banana
200 grammi di farina d’avena ( o fiocchi d’avena sminuzzati al mixer)
cannella a piacere ( facoltativa)

Se lo desiderate, potete aggiungere ai questi biscotti preworkout facilissimi  frutta secca e semi oleosi (mirtilli secchi, cranberries, semi di lino, uvetta, mandorle, nocciole, bacche di goji,  sbizzarritevi )  in accordo col vostro piano alimentare e il
vostro allenamento.
Il procedimento è più lungo da spiegare che da realizzare, vi basterà frullare l’avena e la banana nel mixer e aggiungere gli eventuali altri ingredienti solo alla fine, a mano.
Disponete il composto a palline su una teglia rivestita di carta antiaderente e fate cuocere in forno già caldo a 180° per 15-20 minuti. I vsotri biscotti preworkout facilissimi saranno pronti in un attimo.

avena/ classici rivisitati/ dolci/ farina d'avena/ healty bakery/ low carb/ mandorle/ monoporzioni/ partnership/ pre-workout/ proteine del siero del latte/ salse e creme spalmabili/ snack dolci/ uova/ Walden Farms

Cupcakes albicocca e mandorle, senza zucchero

Per la realizzazione di questi cupcakes ho pensato di sostituire lo zucchero con Apricot Spread, una delicata gelatina di albicocche dall’aroma intenso e praticamente senza calorie.
Con questi ingredienti ho ottenuto 12 cupcakes:
250 grammi di farina d’avena BPR Nutrition
100 grammi di farina di mandorle
50 grammi di olio di girasole ( o di cocco)
100 grammi di Apricot Spread 
un uovo
una bustina di lievito per dolci

Per la copertura :
200 grammi di formaggio spalmabile magro
uno scoop di proteine del siero del latte
aroma a piacere

Preriscaldate il forno a 180°
Sbattete l’uovo con l’olio e con la gelatina fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungere le farine amalgamando bene per evitare la formazione di grumi.
Aggiungere il lievito e mescolare fino alla formazione delle prime bollicine.
Disponete dei pirottini in uno stampo da cupcakes e riempirli cercando di non superare i due terzi.
Cuociono per 15 minuti ( fate sempre la priva dello stecchino)

Intanto preparate il frosting mescolando con cura le proteine al formaggio spalmabile e aggiungendo l’aroma scelto. Quando i cupcakes saranno freddi decorateli usando una sac à poche.

albumi/ avena/ classici rivisitati/ dolci/ farina d'avena/ healty bakery/ pancakes/ pre-workout/ proteine del siero del latte/ snack dolci/ uova/ whey

Mix proteico per pancakes

Di ricette per pancakes è piena la rete, quelle per i pancakes proteici spesso sono monotone e il risultato è spesso deludente, almeno in termini di gusto e consistenza. Oggi vi propongo di realizzare un preparato che vi garantisce un risultato soffice, dorato e fragrante con l’ulteriore vantaggio di farvi risparmiare tempo e denaro.

300 grammi di Whey Protein 90 alla vaniglia ( o neutre) 
100 grammi di farina d’avena

100 grammi di maizena

una bustina e mezzo di lievito per dolci
un cucchiaino di bicarbonato
un cucchiaino di cannella 

dolcificante in polvere a piacere ( io lo ometto sempre)

aroma di vaniglia 
Con l’aiuto del mixer mescolare tutto per bene e riporre in un barattolo a tenuta ermetica, è preferibile che non lasci passare la luce ( va benissimo una vecchia lattina per conservare il caffè, lavatela con cura e se dovesse mantenere l’odore di caffè, riempitela con acqua e aceto e lasciate agire per una notte prima di risciacquare). Si conserva per mesi.

Al momento dell’utilizzo prelevate 100 grammi del mix e unitelo in una ciotola a un uovo intero ( o due albumi) e al latte necessario ad ottenere un composto fluido. Lasciate riposare cinque minuti a temperatura ambiente e versatelo a cucchiaiate sulla padella antiaderente ben calda ( magari precedentemente unta, ma appena appena). Lasciate che il primo lato cuocia finché in superficie non si formino delle piccole bolle, girate e completate la cottura per 30 secondi ancora.

cheesecake proteica/ classici rivisitati/ colazione/ healty bakery/ low carb/ mirtillo/ monoporzioni/ partnership/ post workout/ pre-nanna/ proteine del siero del latte/ uova/ Walden Farms/ whey/ yogurt

Cheesecake proteica

Ottimo come spuntino pre-nanna o a colazione, questa cheesecake proteica non ha tra gli ingredienti il solito formaggio fresco spalmabile e la base di biscotti…

ci occorrono:
150 grammi di yogurt greco 0.1% di grassi
50 grammi di fiocchi di latte al 2% di grassi ( circa)
1 cucchiaio colmo di farina integrale Molino Chiavazza ( se preferite usate pure quella di mandorle o cocco )
2 uova intere
1 scoop di whey alla vaniglia ( potete ometterle se non fanno parte del vostro regime, in questo caso aggiungete ancora un cucchiaio di farina )
dolcificante preferito a piacere
frutti di bosco a piacere ( ho usato i mirtilli )
 
Per il fondo:
albicocche secche q.b. ( in alternativa datteri snocciolati) 
mezza tazza di mandorle tritate (70 grammi)
 
Prepariamo il fondo: 
se utilizzate le albicocche secche lasciatele a bagno in acqua tiepida una decina di minuti e strizzatele bene ( questa operazione non sarà necessaria per i datteri) e mettetele con le mandorle in un mixer fino ad ottenere un composto uniforme.
Sistemate l’impasto sul fondo di una teglia antiaderente apribile di circa 24 cm di diametro e, aiutandovi con le mani inumidite o col dorso di un cucchiaio stendetelo in uno strato compatto.
Versate gli altri ingredienti, ad eccezione dei frutti e del blueberry spread, nel mixer e azionatelo per 15-20 secondi.
Versate il composto sul fondo precedentemente preparato, arrivando a circca 3/4 dello stampo. In alternativa potete preparare delle monoporzioni usando uno stampo da muffin.
Infornate a 180° ( forno già caldo) per 20-25 minuti, finché sulla superficie non si formi una leggera crosticina.
Guarnite con i frutti di bosco e il blueberry spread, abbondate pure, tanto apporta solo 4kcal a porzione! ( la salsa di mirtilli, non la cheesecake…) 
classici rivisitati/ collaborazioni/ healty bakery/ monoporzioni/ muffin salati/ senza whey/ snack salati

Bagels integrali ricetta tradizionale



Adoro i bagels integrali , la ricetta fa  parte della tradizione ebraica; un tempo i bagels venivano donati alle donne in occasione del parto per via della forma circolare che simboleggia il ciclo della vita. Sono soffici dentro e leggermente croccanti fuori, irresistibili con il salmone.

Dosi per circa 40 bagels, si possono conservare in freezer per mesi e una volta scongelati in microonde tornano soffici e fragranti

per l’impasto
700 grammi di farina integrale
200 grammi di farina autolievitante
2 cucchiai di lievito secco
mezzo cucchiaio di  zucchero di canna
2 cucchiaini di sale
due cucchiai di olio d’oliva

inoltre:
un cucchiaio di sciroppo d’agave o miele
un cucchiaio di lievito secco
un uovo sbattuto per lucidare prima di infornare
semi di papavero, sesamo o lino da spargere in superficie


Preparazione dei bagels fatti in casa

In una ciotola media unire 150 grammi di farina integrale e 300 ml d’acqua tiepida, il lievito e lo zucchero e mescolare finché tutto sia perfettamente sciolto, lasciate la ciotola in un luogo tiepido a fermentare per circa un quarto d’ora.


Nel frattempo mescolate la restante farina al sale.

Aggiungere l’olio al composto fermentato e quando è ben mescolato aggiungerlo alla farina ( se avete una planetaria, dio vi benedica, usatela), dovete ottenere un composto morbido e malleabile.

Rovesciatelo sul piano di lavoro infarinato e impastate per almeno 5 minuti. Riponete l’impasto in una ciotola ampia e leggermente unta e lasciatelo a lievitare per una notte intera.

Il giorno seguente dividete l’impasto dei bagels integrali in 40 porzioni e dategli la forma di palline.

Con ogni pallina formare un salsicciotto poco più grosso di un dito e formate un anello, abbiate l’accortezza di lasciare un buco piuttosto ampio al centro (i miei non lo erano abbastanza…)

Disponete i bagels integrali sulla placca del forno coperta da carta antiaderente, copritele con un telo leggero e lasciateli lievitare ancora per venti minuti.

Preriscaldate il forno a 180°.

Mettete a bollire una grande pentola d’acqua e uniteci lo sciroppo d’agave e l’ultima parte di lievito, metteteci a bollire due o tre bagels per volta, per un paio di minuti per lato.

Scolate con cura con il mestolo forato e rimetteteli sulla placca dal forno via via che saranno pronti.

Prima di infornare i bagels integrali spennellateli con l’uovo sbattuto e cospargeteli con i semi che preferite.

Saranno cotti in quindici minuti, è un lavoraccio, ma ne andrete fieri!!!

CONSIGLIA Avocado burger