Monthly Archives:

gennaio 2015

cena/ classici rivisitati/ comfort food/ slow carb/ tacchino/ zuppa

Stufato di tacchino e verdure

stufato di tacchino e verdure le fitchef

Fuori è una giornata di vento e neve e mentre mi godo la mia casa, calda e confortevole, penso che sia la giornata ideale per cucinare qualcosa di caldo e corroborante. Nulla è meglio di una calda porzione di stufato in giornate come questa, ed ecco la ricetta di uno dei miei preferiti.

La lista di ingredienti per lo stufato di tacchino può sembrare interminabile, ma è composta prevalentemente da verdure che di sicuro avete già in frigorifero.Di solito preparo lo stufato di tacchino e verdure in una pentola elettrica per cottura lenta, (un acquisto che vi consiglio caldamente se, come me, passata quasti tutto il giorno fuori casa e non avete tempo per cucinare piatti che necessitano una lunga cottura), aggiungo tutti gli ingredienti e alla sera trovo una calda cena già pronta ad aspettarmi, ma essendo un elettrodomentico ancora non molto diffuso vi descriverò la preparazione classica dello stufato di tacchino e verdure per il quale dovreste considerare una cottura a fiamma bassa per almeno 1 ora e mezza ( otto ore per lo slow cooker)

Stufato di tacchino e verdure : Ingredienti

400 g di fesa di tacchino macinata
1 piccola cipolla tritata
1 scatola di pelati
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di bicarbonato
2 carote a fette
2 coste di sedano tagliate a cubetti
200 g di broccoli divisi in cimette
1 patata
150g di orzo perlato
100g di lenticchie, ammollate la notte precedente e scolate
100g di piselli secchi, ammollati la notte precedente e scolati
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
sale iodato e pepe q.b.

Versiamo l’olio sul fondo della pentola, facciamolo scaldare a fuoco medio e dopo qualche istante mettiamo a rosolare brevemente la fesa di tacchino tritata, aggiungiamo quindi la cipolla tritata. Continuiamo a mescolare finché la cipolla sarà bionda e traslucida.

A questo punto possiamo aggiungere tutti gli altri ingredienti, opportunamente preparati, e coprire tutto con abbondante acqua fredda.
Portate a bollore e abbassate la fiamma continuando la cottura finché lenticchie e piselli non saranno teneri.

Valori nutrizionali

Una porzione di stufato di tacchino e verdure di circa 300 grammi apporta:
390 cal, 31 g di proteine, 4 g di grassi, 50 g di carboidrati.

 

 

albumi/ colazione/ dolci/ low carb/ proteine del siero del latte/ snack dolci/ whey

Ciambella proteica ai cannellini

ciambelle_LeFitChefRicordate la ricetta dei Brownies alle zucchine senza glutine? Anche la ricetta proteica di oggi contiene un ingrediente particolare che apportando fibre e micronutrienti preziosi la rende speciale e più adatta ad un’alimentazione sana ed equilibrata.
Come molte altre anche questa è una ricetta con le proteine in polvere, che possono essere omesse senza alterare troppo la struttura del dolce. nessuno si accorgerà della presenza dell’ingrediente segreto, quindi, con i dovuti aggiustamenti, potrebbe essere un buon espediente per far consumare i legumi ai bambini.
L’utilizzo dei cannellini permette di ridurre l’uso dei grassi, senza rinunciare alla consistenza soffice.
Invece di realizzare una sola ciambella proteica ho preferito suddividere l’impasto in sei porzioni usando uno stampo come questo . In alternativa potete usare uno stampo da ciambella antiaderente del diametro di 24cm .

Ciambella proteica ai cannellini: ingredienti

160 g di farina integrale
50 g di whey alla vaniglia o neutre
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
220 g di fagioli cannellini ( quelli in scatola andranno benissimo)
1 cucchiaio di olio di cocco
dolcificante a piacere
2 albumi
1 uovo intero
125 ml di latte
aroma di vaniglia

Ciambella proteica ai cannellini: procedimento

 

Sistemate la placca del forno in posizione centrale e accendetelo a 175°C
Se utilizzate uno stampo antiaderente non sarà necessario prepararlo, diversamente ungetelo, infarinatelo e tenetelo da parte.
Mescolate in una ciotola la farina, il lievito, le proteine e il sale.
A parte frullate i fagioli cannellini con l’olio di cocco, il latte e l’aroma di vaniglia.
Aggiungere il composto fluido agli ingredienti secchi, insieme alle uova sbattute, e amalgamare il tutto con una spatola, cercate di non lavorare troppo l’impasto e di non lasciare grumi.
Versate il preparato per la ciambella proteica nello stampo o, aiutandovi con un cucchiaio, negli stampini monoporzione, nel secondo caso evitate di superare i 2/3 della capacità di ogni incavo.
Cuocete per 40-50 minuti e fate la prova dello stecchino. Cercate di non stracuocere la ciambella proteica ai cannellini.
Al termine della cottura, rimuovete il dolce dal forno e lasciatelo riposare almeno venti minuti prima di sformarlo.

La ciambella proteica ai cannellini è in assoluto uno dei miei dolci preferiti, ma dovete assolutamente provare anche la Torta proteica Limone e Vaniglia o, se il tempo scarseggia, una velocissima Mug cake proteica

 

 

 

 

CONSIGLIA Chips al Microonde light