albumi/ classici rivisitati/ colazione/ dolci/ Informazioni Nutrizionali/ post workout/ proteine del siero del latte

Dessert di albumi senza zucchero : Pavlova proteica al frutto della Passione

18 Settembre 2013
Pavlova proteica al frutto della Passione




La Pavlova è un dessert nato per celebrare la stella del Balletto Russo Anna Pavlova durante un suo tour in Nuova Zelanda. Essendo a base di meringa, la ricetta di base richiede un quantitativo di zucchero bianco importante, ma dopo alcuni esperimenti non esattamente riusciti, vi propongo la mia versione.  La Pavlova proteica sarà perfetta a colazione o per il recupero dopo un workout intenso, il Frutto della Passione o Maracuja, aggiunge ai benefici degli albumi e delle proteine, anche un ricco apporto di vitamina C, ferro, potassio, magnesio, carotenoidi e antiossidanti.
Studi dell’Università dell’Arizona ne confermano le proprietà antinfiammatorie e blandamente antalgiche, quanto è più desiderabile per affrontare gli indolenzimenti da allenamento.
Poco presente sul mercato italiano è ora acquistabile su Fruttiamo

Ingredienti per la Pavlova: 
3 albumi freschi a temperatura ambiente
1 cucchiaino di Truvia ( 3 bustine)
3 scoop di Milk Protein 90 di +Watt al gusto crema/vaniglia
un cucchiaino di succo di limone o aceto bianco

Ingredienti per la crema al Frutto della Passione:60 ml di latte scremato
1 cucchiaino di Truvìa ( 3 bustine)
100 grammi di polpa di Maracuja Fruttiamo a temperatura ambiente
2 cucchiai di amido di mais

frutta fresca a piacere per decorare

Per la Pavlova: 
Preriscaldiamo il forno a 75°C, sì, settantacinque, per ottenere una meringa di un bianco lancinante sono necessarie temperature moderate e tempi biblici, ma il risultato sarà il vostro orgoglio.

In una ciotola ampia versate gli albumi, le proteine, il dolcificante e il succo di limone ( o l’aceto) e con l’aiuto di uno sbattitore elettrico montatele a neve fermissima. Occorreranno cinque o sei minuti. La componente acida aiuterà a mantenere il composto sodo. NON aggiungete sale per nessun motivo! Bressanini vi spiega perché nel suo blog


Per quanto possa sembrarvi strano, a questo punto avrete ottenuto un composto sodo e dall’aspetto invitante, ma fate appello al vostro autocontrollo ed evitate di finirlo a cucchiaiate. Piuttosto stendetelo, con l’aiuto di una spatola, su una teglia rivestita di carta da forno, cercando di formare un disco ( o più dischi se intendete preparare delle monoporzioni) .

Infornate per 2 ore e mezza, senza aprire mai il forno.

Trascorso il tempo di cottura aprite il forno e lasciate che la Pavlova si raffreddi per almeno 30 minuti.

Per la crema di Maracuja: 
In un pentolino scaldate senza farlo bollire il latte in cui avrete sciolto il dolcificante.


In una ciotola mescolate la polpa di Maracuja e l’amido di mais, versateci il latte precedentemente scaldato e fate in modo che non si formino grumi.

Riportate il composto sul fuoco a fiamma bassa e portate a ebollizione per uno o due minuti, finché la crema non velerà il cucchiaio.

Filtrate la crema attraverso un setaccio e lasciatela a raffreddare in una ciotola coperta da pellicola.

Composizione: 

Disponete il disco di Pavlova al centro del piatto, stendete uno strato uniforme di crema e decorate con frutta fresca a piacere.

Note:
-succo di limone e aceto non influiscono affatto sul gusto finale, ma sono necessari perché gli albumi mantengano la loro struttura una volta montati.

Facebook Comments

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Araba Felice
    19 Settembre 2013 at 4:45

    LA meringa senza zucchero mi mancava O__O

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.